Lotterie, Gratta&Vinci e Lotto: la situazione in Italia secondo il Libro Blu 2022

Ultimo Aggiornamento 17 gen 2024
Lotterie, Gratta&Vinci e Lotto: la situazione in Italia secondo il Libro Blu 2022

Lotterie, Gratta&Vinci e Lotto: la situazione in Italia

Gli italiani nel 2022 hanno speso 2.842,34 milioni di euro in Gratta&Vinci e Lotterie. È quanto emerge dal Libro Blu 2022 pubblicato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il dato è in leggero calo rispetto al 2021, quando fu di 3.181,42, ma rimane di tutto rispetto.

L'indagine ha anche effettuato una ricerca a livello nazionale, analizzando la spesa di ogni singola regione.

La spesa per Gratta&Vinci e Lotterie  nel 2022

In Italia, secondo l'analisi del Libro Blu 2022, la regione che spende di più per lotterie e Gratta&Vinci è la Lombardia. Qui, nel 2022, la spesa è stata pari 533,40 milioni. Curiosamente si tratta di una cifra in calo di poco più di 100 milioni rispetto al 2021, quando la spesa si assestò sui 634,93 milioni, ma nettamente superiore rispetto al 2020, quando fu di 382,02 milioni.

Dietro la Lombardia troviamo il Lazio con una spesa di 348,41 milioni. Anche in questo caso il dato è in calo rispetto al 2021, seppur di poco, dato che allora si spesero 378,17 milioni. Nel 2020, invece la spesa fu di 254,48 milioni.

La regione che chiude il podio per quel che riguarda la spesa di Lotterie e Gratta&Vinci è la Campania con 236,36 milioni, in calo di 12,41 milioni rispetto all'anno precedente (quando la spesa fu di 248,77), ma in positivo di 65,36 rispetto a due anni prima (quando ci si assestò a 171 milioni).

In generale, le uniche due regioni che hanno visto una crescita costante della spesa nei tre anni presi in esame sono Basilicata e Val d'Aosta. In entrambi i casi l'incremento tra un anno e l'altro è stato minimo. Nella Basilicata, infatti il 2020 si chiuse con una spesa di 16,71, nel 2021 si arrivò a 20,17 milioni che diventarono 20,79 nel 2022. Trend simile per la Valle d'Aosta. Qui la spesa nel 2020 toccò i 4,89 milioni, nel 2021 arrivò 6,30 e nel 2022 a 7,15 milioni.

Discorso molto simile per quel che riguarda la raccolta dei giochi. In Lombardia nel 2022 la raccolta è stata pari a 2.079,94 milioni di euro, contro 1.333,24 del Lazio. Anche in questo caso si è assistito ad una contrazione rispetto al 2022, quando in Lombardia la raccolta fu di 2.376,02 e nel Lazio 1.049,46.

Lombardia e Lazio sono anche le uniche due regioni a sfondare del miliardo di euro. Al terzo posto in questa classifica troviamo l'Emilia Romagna (907,46), seguita da Campania (856,87) e Puglia (785,72).

La spesa per il Lotto nel 2022

Per quel che riguarda il Lotto, la spesa complessiva nel 2022 è stata di 2.192,15 milioni di euro. In questo caso tutte le regioni hanno subito una contrazione della spesa rispetto al 2021 ad eccezione della Valle d'Aosta che l'ha vista aumentare da 4,68 a 4,83 milioni.

Per quel che riguarda le altre regioni, solo Lombardia (345,40) e Campania (324,97) sfondano i trecento milioni di spesa. La terza regione per spesa nel Lotto risulta essere la Sicilia con 243,31 milioni, seguito da Lazio con 204,98. Chiude la top five, la Puglia con una spesa di 185,40 milioni.

Facendo un raffronto con il 2021, in Lombardia la spesa ha perso 23,66 milioni (nel 2021 era 369,06), la Campania è andata in negativo di 13,63 (la spesa era di 338,60) la Sicilia di 6,74 (250,05 nel 2021), il Lazio di 17,35 milioni (221,35 nel 2021) e la Puglia di 16.93 (202,33).

Per quel che riguarda la raccolta, invece, solo Lombardia e Campania sfondano il miliardo, rispettivamente con 1.171,58 e 1.04,48. Le altre regioni presenti tra le prime cinque, come per la spesa, sono Sicilia (837,23 milioni), Lazio (707,58) e Puglia (659,36).

Anche in questo caso di assiste ad una contrazione in tutte le regioni d'Italia, senza eccezioni.

Tra le prime cinque quella che ha avuto il maggior disavanzo rispetto al 2021 è stata la Lombardia che aveva chiuso il 2021 con 1317,51 (-145,93). Perde invece solo 93,51 milioni la Campania (1.134,99 nel 2021), mentre ola Sicilia si ferma a -32,37, con una raccolta di 896,60 nel 2021.

Infine, il Lazio fa registrare una contrazione di 57,333 con una raccolta 764,61 nel 2021 e la Puglia chiude con un disavanzo di 46,91 rispetto ai 706,27 dell'anno prima.

Questi dati ci fanno comprendere come queste tipologie di gioco, pur rimanendo tra le preferite degli italiani, hanno perso un po' di appeal a causa delle nuove opzioni di gioco dovute al boom dei casinò online italiani, delle scommesse sportive in generale e delle altre tipologie di gioco terrestre protagoniste del Libro Blu 2022.

Massimiliano Riverso

Ruolo: Direttore Editoriale
Esperienza: 10+ Anni
Specializzazione: Recensioni, Blog
Da oltre 10 anni racconto il gambling in maniera etica e responsabile per operatori di gioco e siti di affiliazione. Oltre a CasinoSicuro.it è Direttore Editoriale di Sportcafe24.com e Bolognanotizie.com